Musica Classica

E ‘ importante scegliere la musica giusta, soprattutto quando si tratta di relax, ma l’ascolto di musica classica può influenzare tutto questo e altro ancora.
Non si vuole scegliere la musica classica che è forte e a tutto volume o che si basa su ottoni, ma si può rendere morbido e giocare tranquillamente in molte spa. In un paese non europeo come la Cina, si può essere altrettanto rilassati con una forma di musica classica a causa della somiglianza nel suono della musica. Sebbene la musica classica sia solitamente associata alle opere classiche di Mozart, Beethoven, Bach e altri compositori classici, molte guide consigliano di ascoltare Mozart per il relax. La musica classica può anche essere suonata in altre forme, come jazz, rock, jazz – pop, pop – rock e persino opera classica.
Lo sviluppo di diversi approcci compositivi alla musica classica come jazz, rock, jazz-pop, pop-rock e opera ha sollevato nuove domande sull’estetica della musica.
Poiché molte di queste prospettive teoriche non si applicano alla musica non tonale, questa è un’area che deve essere sviluppata ulteriormente all’interno della disciplina. Molte teorie estetiche basate sull’analisi della musica del periodo della pratica generale non hanno fatto riferimento ad approcci compositivi come la musica di Stravinsky, Debussy e Bartok, o a composizioni con diverse applicazioni del suono e dell’armonia. Mi sono concentrato quasi esclusivamente sulla teoria della “musica classica tonale”, che include la musica che raggiunge un centro tonale.
Ognuno porta talenti unici alla canzone, creando una gamma molto più ampia di musica classica rispetto ai secoli precedenti, specialmente nel caso di compositori come Stravinsky, Debussy e Bartok.
Tyondai ha certamente fatto la sua strada nel mondo della musica, ma le sue composizioni mirano a sfidare l’ascoltatore a godere di qualcosa di completamente originale. Come membro fondatore del gruppo post-rock Battles, è anche un esperto di elettronica, e lui e Braxton hanno guidato una nuova generazione di compositori.
Secondo l’analisi influente di Edmund Burke, l’esperienza della grandezza nella musica classica è spesso associata alle qualità sensuali della musica, come l’uso della sottigliezza e la presenza di un senso del tatto. Queste qualità sensuali includerebbero gli effetti sottili e sottili della luce e del suono, così come i loro effetti sui sensi dell’ascoltatore.
L’obiettivo primario del musicista classico è quello di sviluppare la bellezza del suono, e questo è l’oggetto per il quale la musica della tradizione classica è impegnata.
La questione di ciò che la musica può trasmettere all’ascoltatore riguarda il contenuto emotivo, con gran parte del dibattito che ruota attorno a come e in che misura la musica può trasmettere contenuti emotivi. Tipicamente, questo è caratterizzato dall’affermazione che la musica stimola direttamente gli stati psicologici o li suscita in un modo che esprime emozioni. Ciò è contrastato dall’argomento che la musica, poiché manca degli strumenti necessari per l’imitazione e la rappresentazione di successo, non è in grado di esprimere le emozioni in modo significativo.
Come ascoltatore, riconosco che sono stati fatti sforzi per produrre musica che trasmetta contenuti emotivi in termini di suono ed effetti sonori, ma non in termini di espressione emotiva.
Sulla base di questa conoscenza, presumo di ascoltare musica classica e penso che sia un’esperienza musicale che si intensifica nel corso dello sviluppo. La musica classica ha ampliato le sue risorse artistiche a partire dalla metà del barocco, che in Europa condivideva un concetto di” musica “e” composizione musicale ” con nozioni di arte, forma d’arte ed espressione artistica. Questo è unico in quanto è stata mantenuta una forte continuità nelle tecniche compositive, mentre allo stesso tempo la forma d’arte si è continuamente sviluppata.
Ciò che la musica classica significa veramente è che la musica è stata scritta in un momento in cui la forma perfetta, l’equilibrio e la proporzione erano ciò che tutti cercavano, e più di ogni altra cosa, cercava di avere il miglior equilibrio possibile tra espressione musicale ed espressione artistica. Bach e Händel sono oggi i compositori più importanti della storia della musica, non solo in Europa ma anche in Nord America.
Il segreto è che Mozart e Haydn hanno fatto le cose così bene che si sono comunque sentiti bene anche dopo regole severe e un interesse per le proporzioni, la forma e tutto il resto. Bach ha preso tutte le regole che i compositori che hanno vissuto prima di lui hanno sperimentato e elaborato, e le ha rese perfette come qualsiasi essere umano può farle.
La verità è che tutti questi grandi compositori hanno scritto musica nel periodo classico, non dopo, e questo ti fa provare un’emozione profonda perché avevano qualcosa da dire o hanno qualcosa da dirci sulla loro musica. La sua musica tiene, perché può scuotere le persone emotivamente ogni volta che lo sentono.